.
Annunci online

Fort
Né per i vivi né per i morti il saggio mena cordoglio (Krisna)
SOCIETA'
6 febbraio 2017
Romania: La sfortuna di Sorin Grindeanu
L'informazione minculpoppesca italiana è stata messa di fronte ad un fenomeno ad essa completamente sconosciuto: le polizze vita previdenziali perfettamente legali ed operanti da almeno un 40 di anni; prodotti assicurativi che hanno la caratteristica di offrire un buon rendimento ma, fattore assolutamente non trascurabile, sono impignorabili da chicchessia cosa che autorizza a fare un significativo gesto dell'ombrello all'Agenzia delle Entrate, Equitalia ed assimilati. 
La foglia di fico di questi prodotti assicurativi ma che io chiamerei finanziari è quella che richiedono l'indicazione di un beneficiario che può essere chiunque ed a sua insaputa se, chi stipula la polizza, può revocarlo o sostituirlo in qualunque momento mentre se il beneficiario è IRREvocabile, questi deve accettare, per contratto il beneficio e darne il relativo assenso.

Premesso tutto ciò, è veramente preoccupante la messa al bando di Virginia Raggi da parte di questa pseuda informazione del pensiero unico che a questo punto è provato che è appecorata.

Ancora oggi in talk show dove si continua a (S)parlare e denigrare il Movimento 5Stelle ed in completa assenza di qualche suo rappresentante e questo giusto per rispettare l'obbiettività del talk, si straparla, si asseriscono cose assolutamente campate in aria, non si sa oppure si fa finta di non sapere. Insomma se la cantano e se la suonano tutta tra di loro.

Qui le cose sono due:
Considerata la premessa di cui sopra anche se necessariamente stringata, le cose sono due:
O la nostra informazione (sic!!) ignora completamente queste polizze ed allora farebbe bene ad informarsi di che si tratta prima di parlarne, eufemisticamente, a membro di segugio oppure siamo di fronte ad una vera e propria violenza nei riguardi di tutti noi. Una violenza consistente nella pretesa di prendere tutti per i fondelli dicendo cose assolutamente non veritiere ma che servono a confondere le idee alla gente, ad immettere dubbi, a far credere che "così fan tutti".

A conferma di quanto asserisco dico che stamane, ad un talk sulla sette, una giornalista del Manifesto mi pare, ed aspirante con tutta evidenza al Pulitzer, andava dicendo e cito a memoria: La Raggi poteva anche essere ricattata perché nel momento che non faceva quel che Romeo voleva questi poteva danneggiarla rendendo pubbliche le polizze.
Ecco, questa ha capito tutto!!

Un pò come se io stipulassi una polizza di cui sopra con beneficiario revocabile (come quelle di Romeo alla Raggi) a favore del Presidente del Consiglio senza che Questi sappia nulla e poi vado e dico: ecco egregio Presidente, adesso o mi dai un impiego della serie fratello di Alfano oppure dico a tutti di questa polizza a tuo favore.
Demenziale!! Eppure questa informazione minculpoppesca asserisce di questo!!

Poi c'è quello che azzarda voli pindarici e quindi, riferendosi ai parlamentari del Movimento:
"Ma chi sono questi, da dove vengono? possiamo affidare il governo a questa gente? Il che tradotto in vulgata significa semplicemente che: questi non hanno fatto la trafila da portaborse, madrasse di partito, bolognina e leopolde varie. Questi non sono ricattabili e non accettano il bon ton, il tacito accordo mai scritto ma ben praticato del "magna tu che magno io perché è tutto un magna magna". Questi mandano in malora equilibri di poteri politici ed informativi.

La pittoresca pletora disinformativa continua con l'esperto, forse giornalista (ogni giorno vi è uno nuovo: ma in quanti sono visto la posizione in libertà di stampa di cui godiamo?) presidenziale ben al sicuro nel ventre molle e caldo del Quirinale che dispensa consigli a destra e manca della serie: il Movimento è al collasso (non parla del PD ma proprio del Movimento), chi raccoglierà tutto quel ben di dio di voti? Sta implodendo, è meglio che si sciolgano, anche la Raggi deve dimettersi (di Sala a Milano non ci ragguaglia) non gli do sei mesi ecc. ecc. ed il tutto con aria di quello che fa un favore a pronunciarsi, a dispensar pareri.

E cosa diavolo c'entra il premier rumeno con il Movimento 5Stelle?
Il fatto è che è sfortunato: in Romania non c'è ancora un movimento che incanali in maniera democratica e non violenta la protesta come i 5Stelle da noi. 

Ecco, tutti questi soloni non si pongono l'unica, vera, decisiva domanda: ma non è che il Movimento sia una creatura della Massoneria deviata, della trilaterale, trimurti, rettiliani ecc. ecc. che incanalando la protesta "democraticamente" continua a permettere ai frequentatori dei Palazzi ed ai loro vassalli e relativi bravi di continuare a farsi i cavoli loro indisturbati? 

Okappa, okappa, d'accordo: sono un populista.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. movimento romania disinformazione

permalink | inviato da Fort il 6/2/2017 alle 16:35 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
sfoglia
gennaio        marzo

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte