.
Annunci online

Fort
Né per i vivi né per i morti il saggio mena cordoglio (Krisna)
SOCIETA'
18 agosto 2018
Il granello di sabbia. Romania.
Nel sacchetto di plastica che questi maledetti partiti ci hanno messo sulla testa asfissiandoci si è aperto, finalmente, uno spiraglio: "Noi del Movimento 5Stelle non abbiamo preso soldi da nessuno e quindi non dobbiamo niente a nessuno e pertanto revocheremo (che è diverso da sospendere) la concessione".

Non sappiamo se sarà possibile revocare e quando ci costerebbe visto che è tutto segregato ma si è creato un precedente: una forza governativa parla senza peli sulla lingua ai padroni del vapore e della (dis)informazione.

Quello che trapela dal Fatto e dalla Verità, gli unici giornali al momento leggibili, è che hanno svenduto ma loro chiamano "concessione", con la scusa di fare cassa per entrare nei parametri di accesso all'Europa, in maniera veramente da dilettanti (o da furfanti?) beni statali a privati e si sono lasciati incravattare da detti privati.

Cosa potrà mai succedere, avranno pensato i nostri eccelsi governanti i quali dopo essersi messi al sicuro con Leggi e leggine su privilegi e pensioni, aspiravano a poderi di vigne, ad abitare in castelli felsinei, a procurarsi affari televisivi, a comperare ville milionarie ed a dar vita a fondazioni farlocche per raccattare soldi.

Ecco, è successo che un granello di sabbia inceppa il malefico meccanismo: 5Stelle!!!

Non per nulla chi si oppone alla revoca parla di "piccoli azionisti" che hanno preso dividendi fino ad ora. 

E' importante constatare la falsità di queste dichiarazioni: quando si parla di titoli bancari i risparmiatori sono investitori di rischio e quindi peggio per loro mentre nel caso in questione, i "piccoli azionisti" vanno protetti e non bisogna revocare nulla.
Piccoli assist, canto del cigno di un partito ormai in disfacimento.

C'è una bella foto, che Travaglio mette in prima pagina, di questi allegri compagni di merende mentre la (dis)informazione padronale già sbraita: elefanti ed elefantini, autentici sacchi di letame, becereno su fogli e foglietti, di ingiustizie, di violazioni di contratti, di populismi ed alla via così. 

Ecco, è successo che c'è la Democrazia Diretta, il Movimento 5Stelle che, coincidenza, è stato fondato proprio da un genovese e non è ricattabile, non deve niente a nessuno ed allora accade l'impossibile: può revocare concessioni.

Contestualmente, in Romania, ogni giorno scendono in piazza centinaia di migliaia di persone per "avvisare" il Governo in carica di non permettersi assolutamente di promulgare Leggi a favore dei corrotti e corruttori.

Ma da noi nulla si dice di questo. Come diceva un tormentone degli anni 70: la mamma non lo deve sapere che andiamo ad Alghero in compagnia dello straniero.

Com'è lontana la Romania.....
========================================================
P.S.:
Che il contratto di concessione di Autostrade per l'Italia avesse delle "stranezze" lo avevamo già segnalato all'anac lo scorso anno. Dalle nostre stime valutavamo un extragettito non dovuto (pagato da chi viaggia in autostrada) pari a 2 miliardi di euro che aumentavano a 3,8 (oltre ad una buonuscita di 5,7) se fosse stata concessa la proroga che Delrio voleva dare fino al 2042. Atti non pubblici fino a quando anac sollecitò il ministro Delrio a farlo ma lui pubblicò solo una parte degli atti facendo una "mossa laterale". Tra i vari atti in vigore c'è un "atto aggiuntivo" al contratto firmato il 24 dicembre 2013 (un regalo di Natale?).

Era il governo Letta ed il ministro era Lupi. Il successivo governo Renzi ed il ministro Delrio ben si guardarono dal verificare quel contratto anzi provarono ad aumentarne gli effetti. Noi abbiamo insistito 4 anni per avere il contratto e sopratutto gli allegati e alla fine abbiamo potuto leggerlo, studiarlo, analizzarlo.
Insomma questi (ed altri) motivi ci fecero agire per tutelare tutti i cittadini che pagano il pedaggio autostradale.

Oggi a tutto questo si è aggiunto il disastro di Genova. Il Movimento 5 Stelle è stato, è e sarà contro tutti coloro che fanno gli interessi di pochi a scapito dei tanti.

L'avvio della procedura per valutare se si possa arrivare alla revoca della concessione è una cosa dovuta e nessuno pensi che potendo mobilitare un esercito di avvocati contro lo Stato possa accampare pretese non dovute. Lo Stato è sempre più forte perché è dalla parte della moltitudine, dalla parte del popolo.

Andrea Cioffi (Sottosegretario del Governo)

=====================================================

"...Stiamo scoperchiando tanti vasi di Pandora. Quello delle concessioni autostradali è il primo di una lunga serie. Chi pensa di poter continuare a lucrare sulla pelle degli italiani ha sbagliato governo. Non siamo come i nostri predecessori compiacenti con i potenti. Siamo totalmente e fermamente dalla parte del popolo italiano. È ora di presentare il conto a chi ha truffato gli italiani.

Glielo presenteremo noi così finalmente impareranno la lezione."

Luigi Di Maio





Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. genova romania banditi

permalink | inviato da Fort il 18/8/2018 alle 6:33 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
luglio        settembre

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte