.
Annunci online

Fort
Né per i vivi né per i morti il saggio mena cordoglio (Krisna)
SOCIETA'
12 dicembre 2018
"il Matematico Impertinente" del Prof. Piergiorgio Odifreddi su Gesù.

Dal capitolo " E venne un mito chiamato Gesù", trascrivo letteralmente:

"...Sul Gesù storico c'è poco da dire, letteralmente, perché di  Lui* non ci sono praticamente tracce nella storia ufficiale dell'epoca: il tutto una ventina di righe nelle opere di Plinio, Tacito,Svetonio e Giuseppe Flavio, tra l'altro di incerta interpretazione (<<il Chrestos>> di Svetonio) o dubbia autenticità ( la lettera a Traiano di Plinio). Se dunque veramente Gesù è esistito, dev'essere stato irrilevante per i suoi contemporanei, al di fuori di una ristretta cerchia di parenti,amici, seguaci."  **

Esatto, ha scritto bene, “IRRILEVANTE” ed in più, a confermare la sua tesi aggiungo io, si sia circondato di una manica di analfabeti ai quali non è passato nel loro cervello, neanche lontanamente, l'idea di raccogliere qualche testimonianza, sia stato tradito e rinnegato da questi, sia stato messo a morte atroce come un malfattore qualsiasi in compagnia di avanzi di galera, sia stato vittima di faide religiose-politiche e la mancanza di mezzi d'informazione.

Nonostante tutto questo, insomma, Gesù ha segnato e continua a segnare la storia dell'Uomo.

E questo Lei come se lo spiega? Nel libro non lo dice. Si è fatto qualche domanda?

Eppure di “predicatori e pseudo messia” era pieno il popolo di allora. Ma di questi non si sa nulla.

Lei, definisce miracoli i progressi della tecnologia. 

Io questi progressi non li definirei miracoli ma scoperte, straordinarie quanto vuole, questo sì, di Leggi già esistenti in Natura. L'Uomo scopre Leggi già esistenti, non le crea.

Queste Leggi toccano l'Universo materiale  che, tra l'altro, è il solo che Lei riconosce, sempre se ho capito bene.

Ma esiste una sfera più sottile dove queste Leggi non possono intervenire. Qui ne intervengono altre di Leggi.

Se, ad esempio, porto una boccettina di un campione di liquido ad unchimico e chiedo a questi di analizzarlo, il chimico lo farà e mi dirà:"liquido incolore, composto da acqua e seguenti sali nelle quantità ecc. ecc. Dalla composizione risultano essere lacrime."

Ed io: "Si lo so bene, ma volevo sapere se sono lacrime di gioia oppure di dolore".

Lei che dice, me lo dirà il chimico?

Premesso quanto sopra è mia opinione che, ad un certo punto della nostra Storia, una Personalità spirituale di altissimo rango, per insegnarci alcune regole di convivenza civile mediante idee semplici che non hanno alcun bisogno di mediazione interpretativa (cosa c’è da capire, per esempio, in “non giudicare se non vuoi essere giudicato”) si è calato nella dimensione materiale, tra di noi senza che ne avesse assolutamente bisogno.

E questo è stato, per una Personalità del genere, il vero grande sacrificio fatto per Amore, solo per Amore.

Qualche volta mi domando: chissà se lo ha fatto anche per le altre civiltà che, nel corso dei millenni, hanno abitato questo pianeta oppure lo ha fatto solo per noi.

*Nel libro "lui" in minuscolo.

**L'evidenziazione e le sottolineature sono mie

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. gesù

permalink | inviato da Fort il 12/12/2018 alle 21:57 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
novembre        gennaio

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte