.
Annunci online

Fort
Né per i vivi né per i morti il saggio mena cordoglio (Krisna)
SOCIETA'
20 maggio 2019
Divise
































Dopo la "provvidenziale" farsa della nave ONG, arrivo ampiamente previsto dai social in prossimità delle elezioni cosa questa che gli copre la corruzione Siri e Legnano oltre che far vedere che ce l'ha duro, "la bestia" spin doctor del nostro capitan Farlocco gli suggerisce di buttarsi sui santi e Madonna per tentare di acchiappare i voti di perpetue e bigottume vario.
Altresì si sente autorizzato a "consegnare" l'Italia nelle mani del padreterno.
Sorvola così sull'abominio della multa a chi salva persone che lascia affiorare la vera indole del "capitano mio capitano portami tanti bastoncini Findus"
Sarebbe interessante sapere cosa ne pensano lassù, nel "più alto dei cieli" di questo frequentatore fuori tempo dell'asilo mariuccia. 

Dal Web:

Nicole Ciatto TUTTI devono sapere chi è Salvini...copiate il testo e pubblicatelo sulla vostra pagina.

Quando i cittadini italiani hanno iniziato a mantenere con i loro soldi Matteo Salvini, in Italia non era ancora stato inventato il primo sito internet, i Nirvana
 erano la band del momento, Berlusconi doveva ancora entrare in politica, e i 25enni di oggi ancora non erano nati. 

I primi approcci con la politica li inizia ad avere sul finire degli anni 80 come assiduo frequentatore del CENTRO SOCIALE LEONCAVALLO.
Anni dopo in un intervista disse: la stavo bene....mi ritrovavo in quelle idee....in quei bisogni.

Correva l'anno 1998, ed inizia la sua carriera come consigliere comunale, a Milano, nella giunta Formentini, nelle liste dei GIOVANI COMUNISTI PADANI.

Mentre gli italiani lavoravano in fabbrica o in ufficio, per guadagnarsi lo stipendio a fine mese, producendo qualcosa, lui scopre che per avere soldi e prestigio, non deve far altro che parlare, fare sceneggiate e incitare gli italiani a odiare altri italiani.

Non sopporta il Sud perché lì, con la scusa del "tengo famiglia", campano tutti con i soldi dello Stato senza fare un cazzo. Dice lui.

Famoso è il suo discorso, al congresso dei giovani Padani del 2013:
"Ci siamo rotti i coglioni dei Giovani del Sud. Che vadano a fanculo i giovani del mezzogiorno! Al Sud non fanno un emerito cazzo dalla mattina alla sera. Aldilà di tutto, ci sono bellissimi paesaggi al sud,il problema è la gente che ci abita"

Così per coerenza si sposa, tiene famiglia e sua moglie Fabrizia Ieluzzi ( pugliese) viene chiamata più volte a lavorare dal Comune di Milano amministrato dalla Lega Nord: prima dal sindaco Albertini, poi dal sindaco Moratti, tre ore al giorno, con compensi tra i 20 e i 36 mila euro annui. 
Soldi dei cittadini. 

Divorzia, trova un'altra compagna, Giulia Martinelli, e pure lei finisce per lavorare su chiamata alla Regione Lombardia a guida Lega Nord (Roberto Maroni). 
Soldi dei cittadini.

Diventa direttore di "Radio Padania" beneficiaria di finanziamenti pubblici, pagati dai cittadini. Il suo programma si chiamava" Mai dire Italia".
Fa il giornalista per la "Padania", anch'essa pagata con altri milioni di euro pubblici.
Soldi dei cittadini.

Nel 2004 entra per la prima volta nel Parlamento europeo. Seduto su quella poltrona, ci resterà parecchi anni, facendosi eleggere pure al Parlamento italiano (due volte), salvo poi mollarlo dopo un giorno per tornare in Europa. Che gli fa schifo, l'Europa. Ma paga meglio: circa 15 mila euro al mese (6.200 euro netti, più 304 euro a presenza e 4.300 euro di rimborsi).
Ogni mese.
Soldi dei cittadini.

E visto che si trova si porta in Europa il fratello di Bossi come assistente. Che da esperto di idraulica, ovviamente, è lì per meritocrazia.

Tutto ciò, sempre protestando contro Roma Ladrona.

Nel frattempo però si scopre che un po' Ladrona è pure la Lega Nord, che incassa 49 milioni per sostenere le spese elettorali e politiche, ma invece usa i soldi dei cittadini per comprare lingotti d'oro, diamanti, lauree ai figli, ecc.
Soldi dei cittadini.

Così nel 2014 la Lega crolla al 4%. Salvini rischia di rimanere senza soldi e poltrona. Allora dice di essersi sbagliato, per 20 anni con la storia della Padania e del Sud parassita. Ma anziché nascondersi e restituire ai padani 20 anni di stipendi, si improvvisa da un giorno all'altro il più grande dei patrioti italiani. I quali, ovviamente, gli credono. Lo eleggono, dandogli altri 14 mila euro al mese, e lo acclamano.

E a nessuno viene da ridere al pensiero che questo straordinario attore, scambiato per politico, per giovane, per esordiente, per patriota, che manteniamo da un quarto di secolo con i nostri soldi, ora vada in giro per l'Italia a dare lezioni di patriottismo a tutti, contro quei parassiti dei richiedenti asilo che avendo per qualche mese un letto, in attesa che la loro richiesta sia vagliata, fanno la pacchia. 

E a nessuno viene da ridere. 
A nessuno.
Non viene da ridere a nessuno perché:

1) La Lega nel Gennaio del 1994 viene inquisita per una tangente da 200 milioni di lire incassati dal tesoriere Patelli dalla Montedison. 

2) La Lega a fine degli anni 90 ha la sua banca: Popolare CrediNordEuropa, venduta al pregiudicato Giancarlo Fiorani nel 2004 che ha lasciato sul lastrico 3500 correntisti bruciando 20 milioni di euro.

3) nel 2002 con il governo Berlusconi, la Lega, vota la maxi sanatoria che regolarizza 700.000 immigrati: DL195/2002

4) nel 2003 sempre con il governo Berlusconi, la Lega, firma il trattato di Dublino II: i paesi di arrivo e sbarco sono obbligati ad ospitare gli immigrati Reg. 2003/343/CE

5) nel 2011 con il governo Berlusconi vota l'autorizzazione a l'utilizzo delle basi militari italiane per bombardare la Libia C.D.M. 18-3-2011...

6) il 3 novembre 2017 la Lega in associazione con PD - FI - UDC - SC votano la legge elettorale n 165 Rosatellum

7) Il 4 Marzo 2018 Salvini candida un pregiudicato al Senato, Umberto Bossi. Eletto a carico degli italiani.

8)Alcuni indagati della lega: Umberto Bossi, Bregantini Matteo, Briganti Matteo, Calderoli Roberto, Castelli Roberto, Maroni Roberto, Stefano Stefani, Cota, Belsito etc...etc...

9) Indagati FI 943

Il 4 luglio 2013 scriveva: L'ITALIA È UN PAESE DI MERDA. ARRESTATEMI. 

Non sono parole di un Italiano.... non sono parole di un patriota.

Emilio Mola

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. salvini

permalink | inviato da Fort il 20/5/2019 alle 13:25 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
aprile        giugno

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte