.
Annunci online

Fort
Né per i vivi né per i morti il saggio mena cordoglio (Krisna)
SOCIETA'
28 settembre 2017
La voce del padrone.

La violenta arroganza con la quale questa informazione tende a disinformare ed a creare confusione di idee offendendo, nel contempo, la dignità delle persone e violentando brutalmente la realtà, ha raggiunto limiti insopportabili. 

Quelli del ventennio erano dei dilettanti al confronto.

La casta degli "opinion leader" in inglese che fa più chic, in italiano opinionisti e più praticamente i Don Circostanza di Siloniana memoria,non ha nessun ritegno e neanche un rigurgito di coscienza.

E' da ritenersi che abbiano ricevuto indicazioni della serie che segue: 

Dichiarazionedi David Rockefeller

Siamo grati al Washington Post, al New York Times, al Times Magazine e altre grandi testate i cui direttori sono stati presenti ai nostri meetings e hanno tenuto fede alla loro parola di essere discreti per quasi 40 anni.Sarebbe stato impossibile per noi sviluppare il nostro piano per il mondo se fossimo stati sotto i riflettori dell’informazione per tutti questi anni. Ma il mondo è oggi più sofisticato e preparato per marciare verso un unico governo mondiale. La sovranità sovranazionale di una élite intellettuale e di banchieri mondiali è sicuramente preferibile all’auto determinazione nazionale che è stata praticata negli ultimi secoli” 

La suddetta dichiarazione proviene da un incontro del gruppo Bilderberg nel 1991 a Baden,in Germania.

L'attuale presidente della RAI ha partecipato a questi gruppi carbonari e da qui si spiega la qualità della (dis)informazione. Il guaio è che la RAI ritiene " ... che tale partecipazione costituisca elemento di prestigio per l'azienda stessa".

A questo punto Grillo, nel distribuire loro soldi falsi, ha perfettamente ragione solo che dopo, fanno gli offesi e se la prendono con l"ex comico" oramai ex ex perché non li fa più ridere.

Io, dal canto mio, offro a queste canne al vento e novelli Don Circostanza i quali vogliono farci credere che 4 lustri sono meno di 20 anni la seguente poesia, vecchia di 2350 anni circa ma straordinariamente d'attualità.

Il parassita:

Sto a tavola con chi mi vuole, deve solo invitarmi,

E con chi non mi vuole, e non c'è bisogno che m'inviti.

Lì faccio lo spiritoso e pronunzio molte battute ridicole

E, lodo il padrone di casa,

E se qualcuno osa parlare contro di lui

Lo insulto ed esprimo il mio sdegno.

Dopo aver molto mangiato e molto bevuto, me ne vado.

Non ho lo schiavo che mi accompagna con la lanterna

E procedo sdrucciolando nell'oscurità tutto solo.

Se incontro le guardie, ringrazio gli dei

Come di un favore se si limitano a bastonarmi.

Arrivato a casa malconcio, dormo senza coperte e che,

il letto è duro non lo noto

Finché il vino puro mi blocca la mente.

(Epicarmo di Siracusa trad. del Prof. Giusto Monaco)


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. disinformazione bilderberg doncircostanza

permalink | inviato da Fort il 28/9/2017 alle 19:52 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
SOCIETA'
24 febbraio 2017
Quando le pulci ragliano.....

Se il Comune di Roma governato da Virginia Raggi cambia un assessore o sbaglia la scelta di un dirigente è il cataclisma. Aperture di telegiornali, prime pagine dei quotidiani, intere settimane di dibattito. 
Eppure dimissioni e sostituzioni di assessori sono all'ordine del giorno in qualsiasi amministrazione. Se è doveroso che i giornalisti facciano le pulci al Movimento 5 Stelle e le sue amministrazioni, ci chiediamo perchè la stessa enfasi mediatica non viene o non è stata riservata a livello nazionale quando è toccato ad altri. Come al solito due pesi e due misure. Qualche esempio (visto il turbine di dimissioni è anche possibile che ce ne siamo dimenticati qualche assessore silurato/dimissionario per strada!).

Quando Matteo Renzi era un giovane presidente della Provincia di Firenze, durante il suo mandato tra il 2004 ed il 2009 ha sostituito la metà degli assessori. Lo stesso Renzi, come sindaco di Firenze, cambiò nove assessori, per i più svariati motivi. Di questi ben sei si dimisero o furono sostituiti nei primi tre anni di mandato tra il 2009 ed il 2012. Il suo ex assessore al bilancio Fantoni nel 2012 sbattendo la porta dichiarò "Renzi fa bilanci in bagno mentre si lava i denti". Non ricordiamo aperture dei telegiornali o quotidiani nazionali su questo argomento.

Michele Emiliano come sindaco di Bari
 tra il 2012 e il 2014 cambiò otto assessori. Se a luglio 2013 erano stati cinque gli abbandoni in un anno e mezzo, tra agosto e settembre e febbraio 2014 si salì a otto. Nessuno però si stracciò le vesti per questo.

Giuliano Pisapia nei primi quattro anni di mandato come sindaco di Milano sostituì cinque assessori su dodici. Come non abbiamo visto aperture dei telegiornali sulle vicissitudini dei primi mesi della Giunta Sala tra le indagini che coinvolgono il primo cittadino, casi di conflitto d'interesse, la sostituzione di capi gabinetto e la nomina come segretario generale del Comune di Milano di una persona già indagata (e poi irrimediabilmente sostituita).

Ma il vero record spetta a Luigi De Magistris sindaco di Napoli. Dieci assessori sostituiti nei primi due anni di mandato. Erano prove generali per poi arrivare a ben 23 ad aprile 2015.

Dal blog 5Stelle


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. disinformazione raggi 5stelle

permalink | inviato da Fort il 24/2/2017 alle 11:5 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
SOCIETA'
6 febbraio 2017
Romania: La sfortuna di Sorin Grindeanu
L'informazione minculpoppesca italiana è stata messa di fronte ad un fenomeno ad essa completamente sconosciuto: le polizze vita previdenziali perfettamente legali ed operanti da almeno un 40 di anni; prodotti assicurativi che hanno la caratteristica di offrire un buon rendimento ma, fattore assolutamente non trascurabile, sono impignorabili da chicchessia cosa che autorizza a fare un significativo gesto dell'ombrello all'Agenzia delle Entrate, Equitalia ed assimilati. 
La foglia di fico di questi prodotti assicurativi ma che io chiamerei finanziari è quella che richiedono l'indicazione di un beneficiario che può essere chiunque ed a sua insaputa se, chi stipula la polizza, può revocarlo o sostituirlo in qualunque momento mentre se il beneficiario è IRREvocabile, questi deve accettare, per contratto il beneficio e darne il relativo assenso.

Premesso tutto ciò, è veramente preoccupante la messa al bando di Virginia Raggi da parte di questa pseuda informazione del pensiero unico che a questo punto è provato che è appecorata.

Ancora oggi in talk show dove si continua a (S)parlare e denigrare il Movimento 5Stelle ed in completa assenza di qualche suo rappresentante e questo giusto per rispettare l'obbiettività del talk, si straparla, si asseriscono cose assolutamente campate in aria, non si sa oppure si fa finta di non sapere. Insomma se la cantano e se la suonano tutta tra di loro.

Qui le cose sono due:
Considerata la premessa di cui sopra anche se necessariamente stringata, le cose sono due:
O la nostra informazione (sic!!) ignora completamente queste polizze ed allora farebbe bene ad informarsi di che si tratta prima di parlarne, eufemisticamente, a membro di segugio oppure siamo di fronte ad una vera e propria violenza nei riguardi di tutti noi. Una violenza consistente nella pretesa di prendere tutti per i fondelli dicendo cose assolutamente non veritiere ma che servono a confondere le idee alla gente, ad immettere dubbi, a far credere che "così fan tutti".

A conferma di quanto asserisco dico che stamane, ad un talk sulla sette, una giornalista del Manifesto mi pare, ed aspirante con tutta evidenza al Pulitzer, andava dicendo e cito a memoria: La Raggi poteva anche essere ricattata perché nel momento che non faceva quel che Romeo voleva questi poteva danneggiarla rendendo pubbliche le polizze.
Ecco, questa ha capito tutto!!

Un pò come se io stipulassi una polizza di cui sopra con beneficiario revocabile (come quelle di Romeo alla Raggi) a favore del Presidente del Consiglio senza che Questi sappia nulla e poi vado e dico: ecco egregio Presidente, adesso o mi dai un impiego della serie fratello di Alfano oppure dico a tutti di questa polizza a tuo favore.
Demenziale!! Eppure questa informazione minculpoppesca asserisce di questo!!

Poi c'è quello che azzarda voli pindarici e quindi, riferendosi ai parlamentari del Movimento:
"Ma chi sono questi, da dove vengono? possiamo affidare il governo a questa gente? Il che tradotto in vulgata significa semplicemente che: questi non hanno fatto la trafila da portaborse, madrasse di partito, bolognina e leopolde varie. Questi non sono ricattabili e non accettano il bon ton, il tacito accordo mai scritto ma ben praticato del "magna tu che magno io perché è tutto un magna magna". Questi mandano in malora equilibri di poteri politici ed informativi.

La pittoresca pletora disinformativa continua con l'esperto, forse giornalista (ogni giorno vi è uno nuovo: ma in quanti sono visto la posizione in libertà di stampa di cui godiamo?) presidenziale ben al sicuro nel ventre molle e caldo del Quirinale che dispensa consigli a destra e manca della serie: il Movimento è al collasso (non parla del PD ma proprio del Movimento), chi raccoglierà tutto quel ben di dio di voti? Sta implodendo, è meglio che si sciolgano, anche la Raggi deve dimettersi (di Sala a Milano non ci ragguaglia) non gli do sei mesi ecc. ecc. ed il tutto con aria di quello che fa un favore a pronunciarsi, a dispensar pareri.

E cosa diavolo c'entra il premier rumeno con il Movimento 5Stelle?
Il fatto è che è sfortunato: in Romania non c'è ancora un movimento che incanali in maniera democratica e non violenta la protesta come i 5Stelle da noi. 

Ecco, tutti questi soloni non si pongono l'unica, vera, decisiva domanda: ma non è che il Movimento sia una creatura della Massoneria deviata, della trilaterale, trimurti, rettiliani ecc. ecc. che incanalando la protesta "democraticamente" continua a permettere ai frequentatori dei Palazzi ed ai loro vassalli e relativi bravi di continuare a farsi i cavoli loro indisturbati? 

Okappa, okappa, d'accordo: sono un populista.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. movimento romania disinformazione

permalink | inviato da Fort il 6/2/2017 alle 16:35 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
SOCIETA'
11 giugno 2013
Mai caduta così in basso........(l'Informazione migliore del mondo)
........l'informazione di mamma RAI.

Uno spudorato imbonimento che quelli fascisti, esaltatori del regime, sono roba da asilo mariuccia.

Una informazione lavata e sbiancata che più bianco non si può.

Non lavata biologicamente bensì, addirittura "triologicamente" come recitavano, anni fa, manifesti pubblicitari di una nota marca di detersivi e pietosamente subito ritirati.

Per favore, visto che sei pubblicamente e con abbondanza foraggiata, ci parli un pò dei referendum indetti dai Radicali circa la giustizia, la situazione penitenziaria, il finanziamento pubblico ai partiti che, grazie a questi soldi, non si "sbattono" più a cercare consenso tra la gente, eutanasia ecc. ecc.?

Quella Fininvest è privata, nulla ti chiede e nulla puoi dire ma io la RAI la pago per avere informazione!

L'ultima del Presidente Letta sotto forma di intervista concessa al barbudos fondatore di Repubblica che alla fine lo ringrazia con riconoscenza è l'esempio perfetto di quanto sia caduta in basso l'informazione (migliore del mondo, naturalmente) in Italia.




Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. disinformazione

permalink | inviato da Fort il 11/6/2013 alle 7:16 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
SOCIETA'
26 gennaio 2011
Chi si "ferma a pensare" è perduto.
I dirigenti del PDL dovrebbero preoccuparsi seriamente a quel "compagni non facciamoci del male".

Allora ci sono teste pensanti, da quelle parti!
Si sono accorti che stanno svendendo la Democrazia pur di andare contro Berlusconi.

Dico dovrebbero ed il condizionale è d'obbligo.
D'obbligo perchè, da che sinistra è sinistra, le teste pensanti non omologate al pensiero unico del "vertice" sono state sempre emarginate da quest'ultimo: paraocchi e anda!

E quindi, questo accorato appello di vere intelligenze che si permettono di "suggerire" una opposizione argomentata, l'unico mezzo legale per battere Berlusconi, è destinato, come da prassi, a cadere nel più squallido silenzio e ad essere soffocato dalla compagnia dei tromboni: neo avvocati onorari esperti di malavita, e profittatori/trici i quali, avendo capito bene che parlare, di questi tempi contro Berlusconi porta alla notorietà oppure, con maniglie giuste, a qualche seggio parlamentare o europeo, stanno facendo a gara a chi spara panzane più grosse. Panzane ben amplificate dalla macchina dell'informazione, si fa per dire, che la sinistra ha ben coltivata e cresciuta in questi anni.

Dicono le prefiche sinistre che all'estero ridono di noi: e vorrei ben vedere!!

Si sganasciano dalle risate, altro che ridere. Magistrati che si bevono per oro colato le fantasie di una psicopatica nonostante siano stati messi in guardia dalla mamma della stessa e dall'ex marito nonchè dalla logica stessa!

Roba da argomento di conversazione di impiegati sui quali Paolo Villaggio ha costruito la sua fortuna.
 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. fantozzi disinformazione

permalink | inviato da Fort il 26/1/2011 alle 7:8 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
SOCIETA'
7 aprile 2010
Censura rossa trionferà (TG3)

Uno di quei servizi strappalacrime fatto da qualche giornalista (si fa per dire), indottrinato, con ogni evidenza, nelle madrasse comuniste al pari dei poveri ragazzini talebani costretti ad imparare a memoria il Corano, loro unico libro permesso, ci dice che un sindaco, naturalmente leghista della profonda Padania, ma la precisazione è superflua in quanto i leghisti sono di animo truce e dal cuore di pietra, questo lo sanno anche i sassi, che i ragazzini i cui genitori non pagano la mensa vengono addirittura allontanati dalla stessa nell'orario dei pasti. Seguono interviste a genitori i quali riferiscono che sono costretti a digiunare (ma la signora araba sembrava abbastanza in carne, diciamo così), per mandare i figli alla mensa. Naturalmente il servizio si guarda bene dal chiedere a queste mamme se sono a casa o al lavoro. Perchè, se fossero a casa, non si capisce perchè si ostinano a far mangiare i figli alla mensa scolastica.

Ma, logica vorrebbe che si fosse sentito anche il sindaco leghista brutto, sporco e cattivo nonchè dal cuore pietrificato: come mai, Sindaco, lascia morire di fame questi bambini? Ma, voi della Lega lo avete un cuore?

Il sindaco, svergognato di fronte alle centinaia di milioni, (ma forse miliardi), di telespettatori che aspettano, con viva ansia, sera per vedere il TG3, loro Corano quotidiano, il sindaco, dicevo, svergognato ed umiliato, si sarebbe legato la canonica pietra al collo e si sarebbe buttato in qualche profondo burrone visto che, sfortunatamente e per somma ingiustizia, in Padania manca il mare.

Ed invece niente, non può l'orco che affama i bimbi, parlare, motivare, spiegare. Non può: contro ogni logica ma, perfettamente in linea con la logica sinistra, non è stato interpellato. E' bollato, è un affamatore di bimbi. Punto.

E questa è l'informazione che passa la TV di Stato


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. disinformazione tg3

permalink | inviato da Fort il 7/4/2010 alle 20:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
SOCIETA'
2 dicembre 2009
L'informazione che ci aspetta: Caro Padellaro.....

“Caro Padellaro, apprendo con vivo stupore di essere uno degli autori del pezzo: “Imputato Berlusconi chi le ha dato quei soldi?…” pubblicato in data odierna a pg. 4 del giornale da te diretto: “Il Fatto Quotidiano”.

Con altrettanto vivo stupore apprendo, sempre dal tuo giornale (pg. 4 ultime cinque righe dell’articolo “Nascita di Fininvest”), che venerdì prossimo, 4 dicembre, nella sala della Stampa Estera, presenterò la nuova edizione de “L’Odore dei soldi” insieme all’altro autore, a Furio Colombo ed a Carlo Freccero.

Tanto premesso ti comunico:

non sono l’autore delle righe che hai pubblicato;

non ho alcuna notizia di una mia presentazione de “L’Odore dei soldi”;

la nuova edizione de “L’Odore dei soldi” è avvenuta a mia insaputa con modifiche e capitoli aggiunti non concordati con me.

In proposito, ho già dato mandato ai miei legali di perseguire nelle opportune sedi giudiziarie questa pubblicazione non autorizzata.

Ti invito a pubblicare, con ogni urgenza, questa mia precisazione, fatta salva ogni azione di legge.

Cordialità

Elio Veltri”.


E sempre a proposito di (dis)informazione, il fuori onda di Fini è stato proprio un "fuori onda"?
Dati i precedenti di Repubblica, è più che lecito dubitare, a mio modestissimo avviso.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. disinformazione

permalink | inviato da Fort il 2/12/2009 alle 7:2 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
sfoglia
agosto        ottobre

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte