.
Annunci online

Fort
Né per i vivi né per i morti il saggio mena cordoglio (Krisna)
SOCIETA'
20 luglio 2018
Tutti insieme vigliaccamente contro il novello Lucio Albinio
Sono scatenati ed hanno cominciato a muovere non i soliti pasdaran, kamikaze dei salotti televisivi, bensì pezzi da 90.

Viene calpestata ogni forma di rispetto istituzionale ed i giornali obbediscono rispettosamente alla voce dei padroni: insulti ad una alta carica dello Stato.

All'egregio Berlusconi che rompe gli zebedei con il fatto che Di Maio non ha mai lavorato, a parte il fatto che non è vero, a parte il fatto che ha riscontrato personalmente l'impossibilità di un ragazzo senza il canonico calcio nel lato B di trovare un lavoro decente, a parte il fatto che si è ribellato a questa situazione e ci è riuscito a quanto pare, domando all'egregio di cui sopra che accusa a membro di segugio che il Ministro in questione non ha mai lavorato e quindi incapace di governare: ma perchè Rutelli e Giachetti, ad esempio illustrativo e non certo limitativo, dove hanno lavorato? Che hanno mai fatto?

Non eletti che, dall'alto dei loro lauti stipendi parlano di croste terrestre e sciorinano "ipotesi" di perdite di lavoro di 8.000 unità all'anno: grande bestialità perché queste "ipotesi" sono come le procedure random: in base 3, ad esempio, portano a dei risultati ed in base 4, e sempre per esempio, portano a risultati completamente opposti.

La domanda che nessun trombone asservito si perita di chiedere è questa: in base a che cosa sono stati scelti i valori di base?

E' un bel periodo: tutti i portafoglisti sono contro Di Maio.
E questo è un bene, vuol dire che sta orientando il coltello nella piaga in maniera di, si spera, estirparla.

E' un pericolo: non è ricattabile e va al sodo, parla di causali già dal primo anno di lavoro. Noi industriali dobbiamo spiegare al "provvisorio" il perché ed il percome ecc. ecc.? Che cosa crede di essere questo Di Maio, un Tribuno della Plebe?

Immagino già gli sgarbati, i sallustiati, gli infeltriti che, con la bava sulla tastiera, macinano cattiverie a non finire: è dura perché non hanno argomentazioni ma allora vai con le offese in libertà.

Noi plebei dobbiamo stare allegri: Lucio Albinio è tornato e lotta con noi.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. di maio tribuno della plebe

permalink | inviato da Fort il 20/7/2018 alle 16:21 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
giugno   <<  1 | 2 | 3 | 4  >>  

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte