.
Annunci online

Fort
Né per i vivi né per i morti il saggio mena cordoglio (Krisna)
SOCIETA'
30 maggio 2018
Il Presidente Mattarella.
Personalmente ritengo che in questi momenti il Presidente Mattarella si stia accorgendo del gravissimo errore fatto nel firmare una Legge elettorale palesemente studiata per impedire ad una forza politica di governare.* 

Consequente a ciò, e sempre a mio modesto avviso, è stata messa in atto la gestione volutamente idiota degli immigrati. Gestione intesa ad esasperare la gente aggravata da atti delinquenziali efferati tipo Macerata, ad esempio.

Al problema così creato si presentava su di un piatto d'argento la soluzione: la Lega con Salvini, l'utile "pedina" per non dire altro.

D'accordo, "l'operazione è riuscita" e sono stati sottratti voti ai pentastellati che non hanno raggiunto la maggioranza assoluta: "il pericolo" dei barbari alle Camere è stato scongiurato ma adesso bisogna pagare a peso d'oro il prezzo che ha un costo altissimo: l'Italia è letteralmente divisa in due e Salvini è entrato nella parte nella maniera di un elefante nella cristalleria, crede davvero che il successo della Lega sia merito suo. 

Ed adesso, Signor Presidente?

Non era forse meglio fare un pò di pulizia e dare spinta produttiva al Paese piuttosto che vederselo spaccato in due?

Non Le sembra palese, oramai, il reale costo del rosatellum e la sporca politica di chi l'ha sostenuto e fatto approvare con la fiducia andando contro la Costituzione che non permette fiducie su Leggi di straordinaria importanza? Il tutto fregandosene altamente delle gravissime conseguenze per il nostro Paese?

Ci si può giustificare adducendo difese del risparmio degli italiani ma non sembra che questa difesa sia stata adottata per salvare banche e poi si crede davvero che con la Lega al governo i risparmi siano al sicuro?

Io lascerei perdere Cottarelli perché il FMI è sempre per lacrime e sangue ed abbattimento del welfare.

Chiamerei una specchiata personalità che garantisca una autentica, seria Legge elettorale degna di questo nome e quindi subito al voto.

Augurandosi che non sia troppo tardi per fermare l'autentico populismo fanfarone.

Ma, parafrasando l'arguto Marchese del Grillo: Lei è il Presidente ed io non sono un c...o.
E con l'aggravante di essere nato nel pedegarganico.

*Il 26 ottobre al Quirinale, rispondendo a una domanda di uno studente su "come ci si comporta quando le capita di dover firmare degli atti che non le piacciono" , Mattarella ha affermato: "C'è un caso in cui posso, anzi devo, non firmare: quando arrivano leggi o atti amministrativi che contrastano palesemente, in maniera chiara, con la Costituzione. Ma in tutti gli altri casi non contano le mie idee [...]: ho l'obbligo di firmare". (https://www.huffingtonpost.it/antonio-caputo-/mattarella-firma-il-rosatellum-ma-e-stato-per-atto-politico-o-dovuto_a_23266121/)
 





Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Mattarella Cottarelli Salvini

permalink | inviato da Fort il 30/5/2018 alle 23:19 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
aprile   <<  1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6  >>   giugno

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte