Blog: http://Fort.ilcannocchiale.it

Considerazioni sulla terza età,

Caro il mio diario.....mi sembrava così lontana…….


Eppure, quando comincia il declino, si affina la maniera di vedere le cose.

I sogni si avvicinano ed i sensi diventano sottili.

Sarà per questo che, venuto l’autunno, il calmo addormentarsi della Natura fa scendere in uno spirito puro il grande richiamo dell’ ignoto.

Quante cose ho sbagliato!! Dio mio..a pensarci mi vengono i brividi.

Eppure se ho sbagliato tanto in ugual misura ho imparato perché questi errori non li rifaccio, e rifarei, più.

E quante cose credo di aver capito ma quello che è certo che ho capito è il fatto che ho una marea immensa di cose da imparare che mi ci vorranno almeno diecimila vite, giusto per dirla con il capo stormo del gabbiano Jonathan.

La maggior parte dei gabbiani non si danno la pena di apprendere, del volo, altro che le nozioni elementari: gli basta arrivare dalla costa a dov’è il cibo e poi tornare a casa. Per la maggior parte dei gabbiani, volare non conta, conta mangiare. A quel gabbiano lì, invece, non importava tanto procurarsi il cibo, quanto volare. Più d’ogni altra cosa al mondo, a Jonathan Livingston piaceva librarsi nel cielo
(Richard Bach)

Pubblicato il 8/3/2017 alle 16.57 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web