Blog: http://Fort.ilcannocchiale.it

Parlare al vento: 1992 alle Nazioni Unite

Non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire. 

Già nel 1992, alle Nazioni Unite......
Qui:
https://www.youtube.com/watch?v=fL_KBeJI3h4 (sottotitoli in italiano)

Qui, invece, l'arte ha una chiaroveggenza nel futuro:
https://www.youtube.com/watch?v=KcPRcBkv8K0

Anche Asimov era un veggente. Nella sua "Trilogia Galattica" il romanzo "Abissi d'acciaio" descrive un mondo sotterraneo, città immense ma sotterranee mentre la superficie, non più abitabile, è percorsa da robot che sono addetti alle mansioni indispensabili agli umani ma che, questi, non potranno più fare per via di un ambiente avvelenato da radiazioni e schifezze similari.

Già ora dipendiamo dai calcolatori: immaginiamo se va in avaria uno di un ospedale, di una banca o, peggio ancora, uno di quelli in mano ai militari che decidono di bombe atomiche e missili.

In buona sostanza le grandi imprese ci hanno e ci guadagnano facendo svolgere il lavoro a questi calcolatori ma, in compenso, ci hanno resi schiavi delle macchine. 

I ponti sono rotti dietro di noi e non possiamo andare più indietro.

Ma io, per fortuna, non ci sarò e spero di non rinascere in un pianeta come questo che verrà.

Pubblicato il 6/10/2019 alle 8.11 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web